Scegli
la tua porta

Com’è fatta una porta?

Quale funzione avrà la porta?

Quale materiale scegliere per una porta?

… E le finiture?

Dove andrà la porta?

Che tipo di porta scegliere?

Quale design per la mia porta?

Se ho bisogno di una porta tagliafuoco?

Scegli la tua porta.

Scegliere una porta per interni, così come un portoncino, è una questione di ambiente, di gusti, di design, ma anche di conoscenze squisitamente tecniche.
Per questo seguiamo sempre con grande attenzione i nostri clienti: vogliamo che facciano una scelta consapevole e che il prodotto finale soddisfi completamente tutte le loro esigenze.

Com’è fatta una porta?

Sezione in aggiornamento

Dove andrà la porta?

La prima domanda da farsi è proprio questa: l’ambiente in cui verrà inserita è fondamentale. La porta per uno sgabuzzino sarà probabilmente diversa da quella del salone principale.

Considerate dunque:

  • il tipo di ambiente nel quale sarà inserita
  • Lo stile della stanza
  • L’ampiezza degli spazi

Quale funzione avrà la porta?

Qual è lo scopo principale per il quale viene realizzata?

  • Isolare la stanza acusticamente e visivamente
  • Separare, ma non nascondere
  • Nascondere un vano

Che tipo di porta scegliere?

Possiamo dividere le porte interne a seconda dei sistemi di apertura.

Porta a battente

È la porta che tradizionalmente conosciamo. Può avere una o due ante e si apre ruotando attorno alle cerniere fissate sullo stipite.

Porta scorrevole

Possiamo avere una porta scorrevole a scomparsa, che scivolando nel controtelaio incassato sembra entrare nella parte, o una porta scorrevole esterna, che invece si muove su un binario esterno parallelo al muro. Possono avere una o due ante e rappresentano la soluzione ideale per i piccoli spazi.

Porta a libro

È composta da due o più ante che si chiudono impacchettandosi su un lato della porta. È un buon compromesso per guadagnare spazio se non si possono installare porte scorrevoli.

Porta rototraslante

È realizzata con una sola anta che, quando si apre ruota attorno ad un perno inserito nella parte superiore della porta che poi scorre a lato. Si risparmia una parte dell’ingombro dell’anta rispetto alla porta a battente.

Quale materiale scegliere per una porta?

La scelta del materiale dipende in parte dalle risposte alle domande precedenti, in parte dallo stile dell’abitazione. Consigliamo sempre vivamente di venire in laboratorio per vedere e toccare con mano le diverse proposte: legno, vetro, alluminio…

Quale design per la mia porta?

Non ci sono limiti alle possibilità di realizzazione! Queste sono solo alcune delle nostre proposte:
Porte listellari. Sono realizzate con listelli di legno sovrapposti e incollati.
Porte in massello. La porta classica per eccellenza in legno massiccio.
Porte tamburate. Un’anima a nido d’ape racchiusa in uno strato di legno massello.
Portoncini.

… E le finiture?

Che sia la morbida onda pantografata nel legno o la netta incisione sulla superficie liscia, la Falegnameria Angelo Contini può offrirti disegni e decori personalizzati.

Se ho bisogno di una porta tagliafuoco?

Una porta tagliafuoco deve rispondere a specifiche caratteristiche tecniche, come indicato dalle normative vigenti. Puoi scegliere il design della porta che preferisci, noi la realizzeremo seguendo le indicazioni di legge.

Sicurezza e design non devono per forza essere due cose distinte.

Vuoi maggiori informazioni?